Centro Natura Vallemaggia

Home

Esperienze

Il valore del fiume Maggia per i Valmaggesi (28-11-2010)
Gita sociale all'alpe Sfille (28-08-2010)
COLONIA DIURNA A BOSCO GURIN (09-08-2010)
2° Giornata della Biodiversità in Valle Bavona (12-06-2010)
Corso di determinazione dei mammiferi della Svizzera (03-10-2009)
Notte in tenda tra luci e ombre (12-06-2009)
FESTA DELLA NATURA (07-06-2009)
Esposizione di funghi (07-10-2006)
Un pomeriggio da pipistrello...ben riuscito! (09-09-2006)
Formiche Bosco Gurin (15-07-2006)
Scoprire le stelle attraverso l’osservazione del sole (01-07-2006)
Voyage sur les traces de la nature au Valmaggia (25-05-2006)
Attività con gli amici della Proinfirmis (20-05-2006)
Corso segaranza (29-04-2006)
Raccolta dei rifiuti sparsi sul territorio (01-04-2006)
Giornata con la 1B di Gordola (27-09-2005)
L'azione 72ore è terminata! Ecco le fotografie (16-09-2005)
Vita lungo il fiume (27-07-2005)
Grigliata al Fiume con i collaboratori del CNVM (14-07-2005)
Pomeriggio di inaugurazione del CNVM (05-06-2005)
Chi vive in golena? (20-05-2005)

COLONIA DIURNA A BOSCO GURIN (09-08-2010)

Una quindicina di ragazzi dai 6 ai 13 anni hanno partecipato alla prima colonia diurna organizzata dal CNVM per l’Associazione paesaggio Bosco Gurin. La stessa si è svolta dal 9 al 13 agosto nel bosco dei Weltu, situato ai piedi del paese di Bosco e dove, si dice, solevano passare i Weltu, personaggi leggendari, a giocare, ballare e curare gli animali… In loro memoria è stato rivalutato il bosco e oggi lo si può percorrere lungo un sentiero di scoperta, sulle tracce di una caccia al tesoro tutta particolare, dove si può investigare, costruire, giocare e ballare, proprio come avrebbero fatto i Weltu a suo tempo. Ma… gli intrepidi ragazzi sono stati sorpresi da un Weltu curiosone e giocherellone, che li osservava, anzi li spiava, ne seguiva le mosse, i giochi, le relazioni… e ogni tanto… lasciava tracce della sua presenza, strani messaggi che i ragazzi hanno sempre saputo interpretare con abilità. Abbiamo così capito che i Weltu non erano frutto dell’immaginazione, che non erano semplicemente scomparsi ma che… si erano ritirati sulle montagne per la tristezza di non più vedere i bambini giocare nel loro bosco. Oggi sono felici, hanno veramente avuto la prova che i ragazzi ci sono ancora e che perbacco! Non solo sanno ancora giocare, ma cucinano, costruiscono, ballano, si divertono e sanno anche essere buoni amici e perdonare qualche marachella. Dopo una settimana intensa con la pioggia e con il sole, affumicati o bagnati abbiamo avuto la grande fortuna di ricevere la visita di una coppia di Weltu in carne ed ossa!!!! Che buffi! Che pasticcioni! Che abilità! Che simpatici! Speriamo che tornino a trovarci e che possano spiegarci il mistero dei piedi che non erano rivolti all’indietro… L’importante è che i ragazzi non perdano l’abitudine di andare a giocare nel bosco e meglio ancora se… ci vanno anche gli adulti! C’è posto per tutti!

Arrivederci a presto