Centro Natura Vallemaggia

Home

Riscopriamo le castagne e la GrĂ 

La Grà di Moghegno è di nuovo attiva!
È stata caricata giovedì 19 ottobre.
Lo scarico avrà luogo giovedì 9 novembre (dalle ore 10.00 alle 12.00).

Obiettivi generali
Condizioni per il carico
Carico e scarico della Grà

Come preparare le castagne per il carico?

Obiettivi generali

Il gruppo di lavoro che si sta occupando di mantenere viva questa importante tradizione è composto dalle seguenti associazioni e amici:

Associazione Artigiani di Vallemaggia
Centro Natura Vallemaggia -
www.cnvm.ch
Vallemaggia Turismo – www.vallemaggia.ch
Viaggi a piedi nella natura – http://www.vapn.ch/
Amici volontari di Moghegno e dintorni

Con il sostegno di movingAlps Vallemaggia www.vallemaggia.movingalps.ch

Tra gli obiettivi che il gruppo di lavoro intende raggiungere citiamo:

Condizioni per il carico

La grande novità consiste nell’introduzione della tassa di 2.- Fr./kg di castagne fresche che sostituisce il contributo in natura (quasi l’8% del peso) che i fornitori davano fino al 2003 e nell’aumento del prezzo della macinatura che da 1.- Fr./kg di castagne essiccate passa a 2.- Fr. Concretamente, se in passato la quantità di castagne secche restituita ammontava al 24% del peso fresco, ora rappresenterà il 32%. Fino ad ora l’Associazione Artigiani di Vallemaggia finanziava interamente la manifestazione, ora si porta garante per la sua riuscita. L’unico piccolo ricavo per l’Associazione in passato era costituito dalla vendita di castagne essiccate e farina che costituivano il pagamento in natura da parte dei fornitori di castagne. Le misure introdotte permetteranno agli organizzatori di fornire un contributo simbolico ai guardiani (Leona Gianinazzi, Ranieri Bellini e Roger Welti), di remunerare i mugnai per tempo investito, indipendentemente dal quantitativo di castagne macinato, e di eliminare un grande lavoro che veniva svolto dietro le quinte per preparare diverse decine di chilogrammi di castagne essiccate e di farina per la vendita. Quest’ultima attività richiedeva uno sforzo enorme da parte di persone che sono sempre meno disponibili, senza contare il fatto che si correva spesso il rischio di perdere i prodotti se non venivano venduti in tempi brevi.

Carico e Scarico

Sia al momento del carico che durante lo scarico si vuole offrire particolare attenzione alle scolaresche. Infatti alcune persone spiegheranno ai ragazzi tutto il procedimento e li aiuteranno nelle varie fasi di lavoro.

Tutti gli interessati potranno portare le proprie castagne da far essiccare alla “grà”, alla condizione che siano belle (lucide, senza traccia di muffa) e asciutte! Gli organizzatori si riservano il diritto di rifiutare delle forniture che non rispondono a questi minimi criteri qualitativi.

Come preparare le castagne per il carico?

Al momento della consegna per l’essiccatura, le castagne saranno fornite preferibilmente in grossi sacchi di juta (o in altri sacchi resistenti, evitando sacchi di plastica, scatole o casse di vario genere) per facilitarne la pesatura.

Per conservare a lungo le castagne si consiglia di termizzarle o metterle in novena.

La termizzazione consiste nel mettere le castagne in acqua a 45-50 gradi per una durata di 35-40 minuti, rigirandole continuamente e scremando quelle in superficie. Alla fine del processo, immergere le castagne immediatamente in acqua fredda e corrente per un periodo di 15-30 minuti. La novena invece consiste nell’immergere le castagne per 5-7 giorni in acqua senza mai cambiarla (o 9 giorni in acqua cambiandola giornalmente). Scremare le castagne in superficie e verificare che la temperatura dell’acqua non scenda mai sotto i 18 gradi. Questo processo però non garantisce l’uccisione di tutte le larve.

Indipendentemente dalla modalità scelta, al termine dell’operazione le castagne devono essere asciugate esponendole al sole al massimo un paio di giorni, per poi depositarle in un locale asciutto (garage o cantina) estendendole e rovistandole periodicamente.

Archivio news