Centro Natura Vallemaggia

Home

Gli ambienti golenali - Lanche, stagni e ruscelli

Ruscelli e bracci laterali del fiume Maggia rappresentano ambienti di particolare pregio naturalistico.


Questi ambienti oltre a ospitare una ricca fauna e flora acquatica sommersa e fluitane non reperibile altrove in valle, ospitano anche il maggior numero di specie rare o minacciate. Ad illustrare questa situazione ben si presta il gruppo delle libellule: delle 11 specie rilevate sul fondovalle 3 frequentano unicamente le acque correnti e tutte sono minacciate a livello svizzero (Calopteryx virgo meridionalis, una libellula dal colore blu in pericolo di estinzione che è diventata un po la mascotte dell'associazione). Questi ambienti scorrono lungo le golene parallele all’asse del fiume e ospitano la fauna invertebrata acquatica quantitativamente più abbondante e qualitativamente più diversificata (più di 40 famiglie di macro-invertebrati censite). Tale abbondanza richiama di conseguenza numerosi predatori di taglia superiore tra i pesci (Trota, scazzone), tra gli anfibi (Rana rossa, rospo comune), tra i rettili (Natrice dal collare e Natrice tassellata) e tra gli uccelli (Merlo acquaiolo e Martin pescatore).

Tratto da: Studio naturalistico del fondovalle valmaggese. Memorie della STSC Vol III. 1993

Indietro