Centro Natura Vallemaggia

Home

Fauna - I rettili

La Vallemaggia offre ambienti estremamente interessanti per i rettili.
Si tratta di una tra le regioni della Svizzera dove sono più abbondanti e questo è senz’altro legato alla presenza della zona alluvionale e delle zone secche delle montagne adiacenti.

Alla classe dei rettili appartengono le lucertole, i serpenti e le tartarughe. Questi animali, e soprattutto i serpenti, non godono di particolare favore da parte dell’uomo.

Delle 10 specie di rettili presenti in Vallemaggia solo una è però velenosa, la Vipera comune (Vipera aspis).


  
  Le specie
  Le minacce
  Gli habitat
  La protezione
  Per saperne di più



Le 10 specie di rettili della Vallemaggia

Lucertola muraiola (Podarcis muralis)
Innocuo


Ramarro (Lacerta bilineata)
Innocuo

Natrice tassellata (Natrix tessellata)
Innocuo

Natrice dal collare (Natrix natrix)
Innocuo

Biacco o scorzon (Coluber viridiflavus)
Innocuo


Saettone o Colubro di Eusculapio (Elaphe longissima)
Innocuo


Colubro liscio o Coronella austriaca (Coronella austriaca)
Innocuo

Orbettino (Anguis fragilis)
Innocuo

Lucertola vivipara (Lacerta vivipara)
Innocuo

alt=45f-Vipera-aspis-francisceredi Vipera comune (Vipera aspis)
Velenosa


Ringraziamo cortesemente M. Nembrini per aver messo a disposizione gran parte delle foto. Se avete belle foto e disederate vederle pubblicate sul sito non esitate a inviarcele.


Le minacce

Il pericolo principale che grava sui rettili è la costante perdita di spazi vitali appropriati. Essi possono venir distrutti direttamente ad esempio nel caso di costruzioni di edifici o strade, oppure possono degradarsi in modo progressivo a seguito del frazionamento degli ambienti, alla perdita di strutture naturali, alla chiusura degli ambienti boschivi, … Anche l’introduzione di specie esotiche può causare danni alle specie indigena a causa di fenomeni di competizione per gli ambienti vitale, per le prede e a volte anche per malattie trasmesse. Non dimentichiamo poi la morte diretta a causa dell’uomo, degli animali domestici, delle strade,…


Il pericolo principale che grava sui rettili è la costante perdita di spazi vitali appropriati. Essi possono venir distrutti direttamente ad esempio nel caso di costruzioni di edifici o strade, oppure possono degradarsi in modo progressivo a seguito del frazionamento degli ambienti, alla perdita di strutture naturali, alla chiusura degli ambienti boschivi, … Anche l’introduzione di specie esotiche può causare danni alle specie indigena a causa di fenomeni di competizione per gli ambienti vitale, per le prede e a volte anche per malattie trasmesse. Non dimentichiamo poi la morte diretta a causa dell’uomo, degli animali domestici, delle strade,…



Gli habitat

I rettili hanno bisogno di biotopi ricchi di elementi strutturali e spesso di grandi dimensioni. Ogni fase di vita dell’animale necessita di un ambiente particolare: deposizione delle uova, svernamento, territorio di caccia, accoppiamento, termoregolazione, …

Di seguito sono descritti alcuni ambienti di primaria importanza ai fini della conservazione delle popolazioni di rettili.

Scarpate, terrapieni, margini boschivi, cave di ghiaia, prati e pascoli, ambienti umidi e acquatici, vigneti, muri a secco, mucchi di legna e di fieno, …sono alcuni ambienti di particolare importanza per i rettili. Si tratta in genere di habitat particolarmente soleggiati e ricchi di strutture naturali che offrono rifugio e terreno da caccia. Visto che per soddisfare le proprie esigenze vitali i rettili necessitano di ambienti differenti, è importante che vi siano delle vie di collegamento naturali tra queste zone al fine da permettere lo spostamento in sicurezza.



La protezione

Dal 1° gennaio del 1967 in Svizzera la legge sancisce che i rettili non possono essere né catturati né uccisi e, nel limite del possibile, occorre conservare i loro spazi vitali. Nel 1979, il Centro di coordinamento per la protezione degli anfibi e dei rettili in Svizzera (KARCH) ha il compito di promuovere e coordinare tutte le attività in grado di migliorare lo status di questi animali in Svizzera. Naturalmente però la conservazione di questi animali potrà attuarsi unicamente con la collaborazione della popolazione, che fortunatamente comprende e rispetta sempre più i rettili.


Per saperne di più

 

Se volete avere maggiori informazioni concernenti i rettili potete consultare la pratica guida tascabile edita dall’ASPU e da BirdLife Svizzera ottenibile alla pagina: http://www.birdlife.ch/ oppure acquistare l’atlante di distribuzione I rettili della Svizzera-distribuzione-Habitat-Protezione (I/D/F) ISBN 3-7643-6245-6

Indietro